LEONARDO e VIGEVANO

Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città

03 ottobre 2009 - 31 gennaio 2010


da martedì a domenica, dalle 9.30 alle 18.30; lunedì non festivi chiuso

la biglietteria chiude un'ora prima.

Chiuso 25 e 31 dicembre 2009 e 1° gennaio 2010.

 

Per acquistare i biglietti on line: clicca qui

 

La mostra indaga i legami tra Vigevano, la signoria sforzesca e la figura di Leonardo da Vinci. Il ducato degli Sforza coincise a Vigevano con una vera e propria età dell'oro in particolare con Ludovico il Moro, cui si deve la realizzazione di Piazza Ducale e la trasformazione del Castello in residenza ducale e con Francesco II Sforza che concesse il titolo di città.

 

L'esposizione è organizzata in sei sezioni tematiche: L'ornamento e la terra:l'arte del Quattrocento a Vigevano e in Lomellina; Gli Sforza: l'immagine e il  potere; L'officina di Leonardo e le sue tracce; Bernardino Ferrari: un pittore ritrovato; Scultura lignea in Lomellina; La corte ducale e il Tesoro di Francesco II Sforza e vede la prestigiosa collaborazione di grandi musei italiani e stranieri.

 

Di particolare interesse i ritratti dei principali esponenti della dinastia sforzesca. A partire dal Ritratto di Francesco II Sforza di Bernardino de' Conti concesso dai Musei Vaticani. Proveniente dal Museo degli Argenti di Palazzo Pitti di Firenze è invece il cammeo Busto di Ludovico Maria Sforza, detto il Moro di Domenico dei Cammei.

La Biblioteca Ambrosiana consente di ammirare a Vigevano alcuni artisti leonardeschi come Giovanni Antonio Boltraffio e il Maestro della Pala Sforzesca, presenti con disegni raffiguranti  i ritratti di Francesco e Cesare Sforza.

La sezione dedicata ai codici miniati presenta altre "chicche" quali: il ritratto di Francesco Sforza a cavallo presente nel volume di Giovanni Simonetta, Commentarii rerum gestarum Francisci Sphortiae, il "Trattato sopra i falconi e sparavieri" di Aloiso Besalù  e "L'evangelistarium" di Francesco II Sforza di Agostino Decio, provenienti dalla Biblioteca Trivulziana di Milano. Particolarmente prestigioso il prestito del Libro de horas de Gian Giacomo Trivulzio concesso dalla Fundacion Làzaro Galdiano di Madrid.

 

Nella sezione dedicata alla scultura lignea, per la prima volta si potranno ammirare nella loro interezza i tre magnifici Compianti lignei lomellini, capolavori assoluti della scultura lignea del Rinascimento lombardo, mai presentati assieme né in formazione completa. Notevoli anche alcuni importanti frammenti ricamati in oro, finora del tutto sconosciuti, provenienti dalla Cattedrale di Sant'Ambrogio di Milano.

 
Il percorso espositivo prevede la visita del Museo del Tesoro del Duomo (aperto con gli stessi orari della mostra) dove si possono ammirare: la grande Pace, considerata un vertice dell'arte orafa milanese del primo Cinquecento,  il nucleo di arazzi fiamminghi più importante che ci sia in Italia dopo quello di Trento e  le tavole raffiguranti il Ciclo della Passione del pittore cinquecentesco nato a Vigevano Bernardino Ferrari, cui in mostra è dedicata una sezione che presenta alcune sue opere accanto ad altre del Luini e del Giovenone.

 

Completa la mostra una sezione che, grazie a documenti dell'epoca provenienti dall'Archivio Storico di Vigevano e dall'Archivio della Curia di Vigevano, ricostruisce i legami tra il borgo poi città e la dinastia sforzesca

 

 

 

 

 

MULTIMEDIA

splendori di corte - tg3 lombardia

splendori di corte - tg3 lombardia

6 ottobre 2009

FOTOGALLERY cliccate sulle foto per ingrandirle oppure scaricatele in alta risoluzione

 
splendori.jpg

Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città

03 ottobre 2009
31 gennaio 2010
Scuderie Ducali
 
Informazioni

Orari: dal martedì alla domenica, dalle 09.30 alle 18.30.

Lunedì non festivo chiuso.
La biglietteria chiude un'ora prima

Ingresso: intero 7 euro; ridotto 6 euro; ridotto speciale scuole 3 euro

Informazioni per biglietteria, visite guidate e laboratori:
02 43353522  | servizi@civita.it

Per acquistare i biglietti on line: clicca qui

Scuderie Ducali Scuderie Ducali vai alla scheda